Il caffè è di certo la bevanda più conosciuta e consumata al mondo e una pausa sorseggiando questa famosissima bevanda è rappresentativa di vari momenti della nostra giornata, dalla tazzina bevuta al risveglio a quella bevuta in compagnia, simbolo di cordialità e convivialità. 

Ma è facile dire caffè, ma quale caffè? 

Ogni tazzina contiene una sua storia e un sapore tutto da raccontare.
La natura regala sessanta diverse specie in grado di donare chicchi di caffè, tuttavia in commercio le miscele più utilizzate e consumate sono due: l’Arabica e la Robusta

I chicchi dell’arabica ci regalano un caffè dal sapore più delicato e profumato con un minor contenuto di caffeina rispetto a quello donato dalla Robusta, che assume invece un sapore più amaro e corposo. Palati più sensibili e raffinati trovano la loro soddisfazione nella delicatezza di un caffè Arabicadal gusto morbido e dolce. Per i palati più “strong” il caffè della varietà Robusta è la scelta ideale, con un gusto più corposo e strutturato, in grado di regalare una crema più densa. Ogni caffè ha dunque una sua personalità e il suo aroma più o meno intenso. dipende dalla varietà utilizzata. È dunque impossibile stabilire quale sia il miglior caffè, perché questo dipende dal gusto soggettivo di ognuno. Una cosa è certa: il miglior caffè, che esso sia macinato, in cialde o in capsule, dipende da numerosi fattori. Dalla piantagione, dalla torrefazione, dalla macinatura e dalla conservazione, ma sopratutto un buon caffè contiene solo caffè. Famosissimi marchi che propongono capsule e cialde dall’aspetto quasi “futuristico”, aggiungono alle miscele, e in gran parte, estratti idrosolubili.

A noi piace il caffè, e all’interno della nostre cialde e capsule è custodito solo ciò che la natura ha donato, con aromi e sapori inconfondibili e con grammature di tutto rispetto!

E tu? hai un palato più da Arabica o da Robusta?

in tags

Carrello