Come e quando decalcificare la macchina del caffè?

Le macchine da caffè espresso sono ormai entrate a far parte dell’arredo di tutte le cucine degli italiani. Un popolo di cultori del caffè come il nostro non poteva far altro che approfittare dell’avanguardia tecnologica per variegare la consueta abitudine di bere un buon caffè.

La moka ha sicuramente rappresentato una rivoluzione nella preparazione di questa bevanda fin dalla sua nascita nel 1933 diventando una vera e propria icona del Made in Italy.
Con le macchine da caffè espresso è possibile spaziare tra diverse miscele appositamente studiate per andare incontro ai gusti dei consumatori. Grazie alla praticità di capsule e cialde è possibile avere sempre a disposizione una varietà di prodotti per accontentare tutti gli ospiti.

Il pregio del caffè in capsule è che mantiene intatto l’aroma, essendo sigillato fino al momento dell’uso. Per i cultori del caffè è molto importante che mantenga il suo aroma come appena confezionato, conservando quelle sfumature di gusto che lo fa apprezzare, soprattutto, ai palati più fini.

Le macchine per caffè espresso

In commercio esistono macchine da caffè espresso di diversi marchi, alcuni più noti altri meno, ma tutte per funzionare hanno bisogno di acqua.

L’acqua utilizzata per fare il caffè contiene delle sostanze che, soprattutto con il calore, tendono a lasciare dei residui che possono creare incrostazioni, ostruire i tubi e rovinare il sapore del caffè.

Per ovviare a questi problemi è possibile acquistare un decalcificante liquido e procedere alla pulizia periodica della macchina per preservarne il funzionamento e la durata. Ci sono anche dei metodi naturali per procedere alla pulizia della macchina utilizzando aceto di vino bianco, aceto di mele oppure bicarbonato.

Come decalcificare la macchinetta del caffè

Per effettuare la pulizia della macchina per caffè espresso, sia essa a cialde o a capsule bisogna seguire pochi semplici passaggi:

  • estrai il serbatoio dell’acqua, la vaschetta di raccolta e lavali eliminando completamente le incrostazioni di calcare utilizzando una miscela di acqua e aceto in parti uguali o un cucchiaio di bicarbonato sciolto in un litro d’acqua;
  • pulisci la parte esterna della macchina con una spugna, usando la stessa miscela preparata per pulire il serbatoio e la vaschetta di raccolta, e pulisci il beccuccio di uscita del caffè;
  • sciacqua accuratamente con una spugna tutte le parti esterne della macchina;
  • riempi il serbatoio dell’acqua con una soluzione di una parte di acqua e una di aceto, oppure sciogliendo un cucchiaio di bicarbonato in un litro d’acqua;
  • posiziona un contenitore capiente sotto il beccuccio di uscita del caffè;
  • aziona la macchina come per fare il caffè o, se presente, attiva il programma di decalcificazione, fino a svuotare completamente il liquido introdotto precedentemente nel serbatoio;
  • sciacqua con cura il serbatoio e riempilo di acqua fresca;
  • attiva il pulsante per fare il caffè e svuota completamente il serbatoio, ripeti questa operazione almeno altre due volte;
  • fai il caffè un paio di volte e buttalo via;
  • ricomincia a gustare il tuo caffè nella miscela che preferisci.

Quando decalcificare

In genere è consigliabile procedere con questa operazione ogni 700 – 1000 caffè o comunque non oltre un anno nel caso ne vengano fatti di meno. Tuttavia bisogna tenere in considerazione anche altri parametri. 

È sicuramente importante fare riferimento alla frequenza di utilizzo della macchina, ma è necessario considerare anche la durezza dell’acqua. Un’acqua più calcarea richiede una manutenzione più frequente!

Considerando che sia i decalcificanti chimici che quelli naturali contengono sostanze acide (o fortemente basiche nel caso del bicarbonato) in grado di sciogliere il calcare, danneggiano anche alcune parti come le guarnizioni rendendole porose. Per questo motivo, sottoporre la macchina a continue sedute di pulizia diventa controproducente.

In generale si può effettuare una decalcificazione ogni quattro o sei mesi nel caso si utilizzi un’acqua più dura, mentre quando si utilizza un’acqua più dolce si può procedere anche ogni dieci o dodici mesi, in base all’utilizzo.

Per renderti conto del grado di incrostazione della tua macchina, puoi dare un’occhiata periodica al serbatoio dell’acqua e vedere quanto calcare si è depositato sulle pareti e sul fondo.

La pulizia della vaschetta di raccolta e del beccuccio va fatta con una frequenza maggiore, anche una volta a settimana. In questo caso non è necessario utilizzare sostanze aggressive, ma è sufficiente un panno umido o al massimo un po’ di detersivo per piatti poco aggressivo.

Come scegliere il decalcificante

Come già accennato in precedenza, esistono dei decalcificanti chimici specifici per macchine per caffè, questi sono spesso insapore e non lasciano nessun residuo né di sapore né di odore all’interno dei tubicini della macchina e del serbatoio. Proprio per la mancanza di odore e di sapore, è consigliato procedere più volte al risciacquo delle parti interne per essere sicuri che nessuna sostanza nociva finisca nel tuo caffè.

Anche con l’utilizzo di aceto o di bicarbonato è necessario un risciacquo accurato, ma trattandosi di rimedi naturali e perfettamente commestibili il massimo del rischio risiede in un caffè con un pessimo sapore.

Alternative alla decalcificazione

Un’alternativa molto valida è acquistare un addolcitore universale per macchine per caffè che è in grado di filtrare l’acqua eliminando, oltre al calcare, i metalli pesanti e altre impurità presenti nell’acqua.

Questo sistema consente di eliminare gli interventi di decalcificazione con un risparmio di tempo ed eliminando completamente il rischio di lasciare residui nei condotti della macchina. La durata di un filtro è di un anno oppure, se siete dei veri e propri "caffettari" ogni duemila caffè.

Ora che la tua macchina è pulita, non ti resta che gustarti una buona tazzina di caffè!

Scopri le capsule compatibili con le marche Nespresso, Lavazza Point, Lavazza A Modo Mio, Lavazza Blue, Dolce Gusto, Uno System, Caffitaly e le Cialde di Carta di Officina della Cialda!
https://officinadellacialda.it/collections/all

CaffèConsigliPulizia macchina caffè