I cinque motivi per cui il Caffè fa bene!

Gli italiani, fin dai tempi più antichi, sono affezionati al rito del caffè, che rappresenta un’abitudine radicata in quasi tutte le routine giornaliere. Si tratta di una delle bevande più consumate in tutto il mondo e, se assunta con moderazione, rappresenta una fonte di benefici per la salute fisica. Il caffè è una bevanda che si ottiene attraverso vari processi di cottura dei semi, a temperature elevate che oscillano fra i 200-240°C. Sebbene si annoverino più di 100 esemplari di pianta di Caffe (Coffea), che originano quasi altrettante varietà di caffè, le più conosciute e consumate sono l’arabica e la robusta.

I benefici che si possono trarre da questa particolare bevanda sono dovuti principalmente alle proprietà della caffeina, molto conosciuta in tutto il mondo come sostanza psicoattiva.Il Caffè infatti:

 

1-  Aiuta a combattere la stanchezza, bloccando l’azione inibitoria dell’adenosina ed è inoltre capace, con una semplice tazzina, di risollevare i livelli di energia, favorendo anche alcune funzioni celebrali fra cui la memoria e l’attenzione.

2 - Favorisce l’aumento del metabolismo (alcuni studi indicano che può far aumentare il metabolismo dal 3-11%) e aiuta a bruciare i grassi, per tale ragione la caffeina è parte integrante di quasi tutti i prodotti indicati per il dimagrimento. 

3 - Contiene molteplici vitamine come la B2 che agevola i processi metabolici e contribuisce al mantenimento tonico della pelle. La vitamina B3 fondamentale per il corretto funzionamento del sistema nervoso e la B5 che aiuta a trasformare il cibo in energia necessaria allo svolgimento delle azioni quotidiane. Il Caffè è saturo anche di  potassio e  magnesio, che oltre a produrre energia, sono fondamentali alla trasmissione degli impulsi a livello nervoso e per il corretto funzionamento del sistema cardio-circolatorio.

4 - Secondo molteplici studi, aiuta a prevenire l’Alzheimer e il morbo di Parkinson, entrambe malattie neurodegenerative. Il Caffè si annovera come metodo possibile di prevenzione, poiché la sua assunzione costante e moderata potrebbe ridurre il rischio al 65% per l’Alzheimer e tra il 32% e il 60% per il morbo di Parkinson.

5 - Contribuisce alla digestione stimolando i succhi gastrici. Per tale ragione una tazzina di caffè dopo i pasti è l’ideale per digerire al meglio e contribuisce ad evitare la sonnolenza che colpisce solitamente alla fine dei pasti.

 

Il consumo eccessivo di questa bevanda può portare a problemi non indifferenti alla salute, sia mentale che fisica, oltre che indurre ad una dipendenza che annulla totalmente i benefici sopraelencati. Per tale ragione un’assunzione giornaliera controllata è l’ideale per sfruttare al meglio le potenzialità del caffè: 300 mg di caffeina è considerato il limite massimo. Concretizzando 5 tazzine di espresso al giorno o 3 tazzine abbondanti prodotte dalla moka sarebbero il corretto corrispettivo di caffeina che fa bene alla salute e da cui è possibile tranne beneficio. 

 

in 

Carrello